Cronofillers – Chernobyl (Cono d’ombra 2)

Esce oggi “Chernobyl (Cono d’ombra 2)”, il secondo album dei Cronofillers, crew toscana composta dai rapper Emanuele Bonetti, Matteo Della Tommasina e Lorenzo Masini, dal beatmaker Matteo Nicastro e dal dj Dimitri Ahmetovic. L’album segue le orme dei film distopici disegnando delle scenografie e una trama sviluppata in maniera lineare, una sorta di audio-lungometraggio che prospetta un futuro in cui l’oppressione e i tumulti popolari sono all’ordine del giorno. I Cronofillers, immaginando questo futuro prossimo, parlano del presente e lo fanno su strumentali in cui prevale la tensione, restituendo un’atmosfera apocalittica; le produzioni sono tutte costruite attorno a campionamenti pescati dalla musica leggera italiana, soprattutto quella degli anni ’60 e ’70. Con il disco, esce anche il video della titletrack diretto da Davide Marconcini: la base parte da un sample di un pezzo di Mina, “Qualcosa in più”. Intanto è online anche il sito ufficiale del gruppo, realizzato da parcodiyellowstone, una vera e propria appendice del disco con uno spinoff del video di “Chernobyl”, immagini inedite e a tema con il concept create ad hoc o che ritraggono, grazie a Google Street View, alcuni scorci di città reali che potrebbero sembrare la Chernobyl del disco. Di seguito link, tracklist e clip.

http://cronofillers.it/
https://itunes.apple.com/it/artist/cronofillers/id1221340673
https://open.spotify.com/artist/268WfKRBHht6vy3oziBy95
https://www.facebook.com/IlConoDOmbra/

1 Se bruciasse la città
2 Preghiera I – Padri nostri
3 Eurospin 2000
4 La terra vista dallo spazio
5 Interludio – Le porte della città
6 Chernobyl
7 Preghiera II – Ave Agonia
8 La fabbrica di rottami
9 Il bar dell’interzona
10 Interludio – Ritorno a casa
11 L’anello di Saturno
12 Preghiera III – Il cantico del cosmonauta
13 Una giornata storta
14 Preghiera IV – Mea culpa
15 Fermoimmagine
16 Cavalcò verso ovest…
17 …e andò tutto bene

Related posts

KahiroGrabeFranchettiPosidonia.jpg
DeadpoetsDjFastCut.jpg
madeinitaly2016-500x500.jpg