Cronofillers – Chernobyl (Cono d’ombra 2)

Per ciò che riguarda “Chernobyl”, il nuovo album dei Cronofillers (consigliatissimo un clic sul sito ufficiale), c’è davvero poco da dire e, fortunatamente, molto da sentire. Anzitutto, però, recuperate quello che può esserne considerato il... Read more

Casa Degli Specchi – La vita (una saga coi baffi)

Nuovo album per quel gruppo di schegge impazzite che si fa chiamare Casa Degli Specchi. Il loro ultimo lavoro è uno stratificato concept album sul“La vita”: un viaggio dalla nascita alla morte composto da tredici tracce e suddiviso in tre... Read more

Romanderground – Amor&odio

Ci sono dischi che non è semplice inquadrare con precisione: perché hanno una natura ibrida; perché galleggiano tra accostamenti che non riescono a tenersi in piedi; perché si annullano nell’omaggio fine a se stesso, rinunciando a un’anima... Read more

Dj Argento – Argento

La scena Hip-Hop italiana comincia a familiarizzare col nome Dj Argento, attivo da inizio duemila e già writer, soprattutto dopo averlo sentito all’opera in “Anima e ghiaccio” e “kARMA” (ovvero dieci anni fa esatti); seguirà un numero sempre... Read more

Egreen – More hate

Quanto cazzo è bello il Rap! Ascolti “More hate” e per gran parte della sua durata (poco meno di un’ora, bonus track comprese) pensi solo a questo. Il giudizio finale potrebbe stare tutto qui, ma l’album merita per ovvie ragioni qualche parola... Read more

Il Turco – Rap’autore

Facciamola facile: se siete alla ricerca di un disco innovativo e super-ruffiano, “Rap’autore” non fa proprio al caso vostro, fate prima a lasciar perdere e cercare altrove; ma se la ricerca è orientata verso l’Hip-Hop più essenziale... Read more

Dj FastCut – Dead poets

All’appassionato incallito di Hip-Hop italiano il nome Dj FastCut non suonerà affatto nuovo, a tutti gli altri qualche coordinata aggiuntiva potrebbe invece tornare utile: romano, classe ‘86, Valerio si è fatto notare già una decina d’anni fa... Read more