Banana Spliff – XVI round

<<L’approccio è Punk/ma il Funk ci dà le direttive>>. Il primo pensiero materializzatosi durante l’ascolto di “XVI round” è stato finalmente; perché a sei anni da “Spaghetti nightmare” l’assenza dei marchigiani Banana Spliff... Read more

Claver Gold – Requiem

Recensire alcuni titoli è estremamente difficile. Parlo di quei dischi in cui il confine tra persona e artista diventa così sfumato da sembrare assente. Come puoi giudicare un progetto del genere? Come puoi separare la musica da ciò che la... Read more

Jangy Leeon – L’era della bestia

Per chi, come il sottoscritto, ascolta Hip-Hop italiano da oramai oltre vent’anni, è diventato frustrante orientarsi all’interno di una scena che, presa nella sua generalità, manifesta spesso una piattezza identitaria inversamente... Read more

Cronofillers – Chernobyl (Cono d’ombra 2)

Per ciò che riguarda “Chernobyl”, il nuovo album dei Cronofillers (consigliatissimo un clic sul sito ufficiale), c’è davvero poco da dire e, fortunatamente, molto da sentire. Anzitutto, però, recuperate quello che può esserne considerato il... Read more

Casa Degli Specchi – La vita (una saga coi baffi)

Nuovo album per quel gruppo di schegge impazzite che si fa chiamare Casa Degli Specchi. Il loro ultimo lavoro è uno stratificato concept album sul“La vita”: un viaggio dalla nascita alla morte composto da tredici tracce e suddiviso in tre... Read more

Romanderground – Amor&odio

Ci sono dischi che non è semplice inquadrare con precisione: perché hanno una natura ibrida; perché galleggiano tra accostamenti che non riescono a tenersi in piedi; perché si annullano nell’omaggio fine a se stesso, rinunciando a un’anima... Read more

Dj Argento – Argento

La scena Hip-Hop italiana comincia a familiarizzare col nome Dj Argento, attivo da inizio duemila e già writer, soprattutto dopo averlo sentito all’opera in “Anima e ghiaccio” e “kARMA” (ovvero dieci anni fa esatti); seguirà un numero sempre... Read more