Birdy Nam Nam – Birdy Nam Nam

Voto: 4,5 | Reviewed by fabio

Rumore elettrico, una scena all’aperto con galline e suoni che si dissolvono nell’aria, sintetizzatori. Una batteria con dei rullanti tanto pesanti da percepirla più lenta di quanto realmente sia. Strumenti musicali riportati indietro, frammentati e variati sul pitch. Tempo qualche istante e gli ascoltatori più rodati potrebbero pensare a della scratch music – peraltro senza sbagliarsi. Crazy B, Dj Pone, Little Mike e Need (riuniti sotto il nome Birdy Nam Nam) sono quattro dj francesi che coltivano l’insegnamento di artisti come Kid Koala ed etichette come la Epitome Of Fresh (non sono casuali i featuring di D-Styles e Mike Boo). Forti di una tecnica precisa e pulita che non eccede mai in freddi virtuosismi (e soprattutto consci della portata innovatrice e rivoluzionaria della loro musica), il quartetto dimostra la propria bravura fin dall’inizio del disco.

Un esempio lampante è dato da “Body, Mind, Spirit…”: sinistro nel suo incipit che vede giustapporsi un campione di musica sudamericana a un contrabbasso rapido e frenetico, il pezzo evolve immediatamente in un’ambientazione notturna, nella quale rumori d’ambiente e fiati remoti inscenano una misteriosa meditazione di allenamento per il corpo, muovendosi su un tappeto di note basse e ben marcate con un piano elettrico che infonde agilità. Questo brano si inserisce bene in un filone in parte simbolista e in parte mentale, particolarmente creativo e carico di suggestioni, eccellentemente interpretato anche in episodi come “New Birth” e “Il Y A Un Cauchemard Dans Mon Placard”.

Ma non tutto il disco è pervaso da atmosfere lente, raccoglimenti, concentrazioni e pratiche orientali: i Birdy Nam Nam se la spassano con “Too Much Skunk Tonight” (piuttosto lineare ma vagamente goffa e stonata), si immedesimano in una Jazz band dal vivo in “Kind Of Laid Back”, ricreano delle scene tese e dinamiche con “Escape”, sviluppano struggenti progressioni sentimentali in “Rainstorming”, confezionano pezzi più luccicanti, felicemente ascoltabili in un club (“Migration”) e producono dell’Elettronica contaminata e con punte emotive in “Abbesses”. Mi sembra superfluo dirlo, ma voglio andare sul sicuro: ascoltate questo disco!

Tracklist

Birdy Nam Nam – Birdy Nam Nam (UWe 2005)

  1. Ready For War, Ready For Whut?
  2. Body, Mind, Spirit…
  3. Too Much Skunk Tonight…
  4. Transition
  5. Kind Of Laid Back
  6. Jazz It At Home
  7. We Drummin’
  8. New Birth
  9. Escape
  10. L’Interlude De Qualité
  11. Engineer Fear
  12. Rainstorming
  13. Il Y A Un Cauchemard Dans Mon Placard [Feat. D-Styles and Mike Boo]
  14. Migration
  15. Abbesses
  16. New Steps/Breaking Barriers (Bonus Track)
  17. From Here To There (Bonus Track)

Beatz

All tracks produced by Birdy Nam Nam

The following two tabs change content below.

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg
FugeesBluntedOnReality.jpg