Beef Wellington – Feel Fantabulous

Voto: 5

beef wellingtonCapita troppo poco spesso di assumere un’espressione di meraviglia per chiederci <<ma come ho fatto a vivere fino ad oggi senza averlo?>>. E mi riferisco ad album, non a cellulari. L’ultima volta che mi è capitato è stato durante una notte estiva, quando qualcuno ha inserito “Feel Fantabulous” nel mio stereo. Ok, sono poco credibile: di solito le recensioni che cominciano così riguardano LP troppo noiosi e ricercati per la maggior parte del popolo, di difficile comprensione; per questo motivo, questa volta ce la metterò tutta per rincuorarvi a proposito del tipo di album che vi sto per consigliare.

Beef Wellington è un produttore estroso, alternativo e allo stesso tempo classico, una sorta di pronipote in veste Rap di George Clinton; tutte le produzioni infatti, sono inequivocabilmente Funk, puro Funk dai Parliament ai giorni nostri, e questo dovrebbe bastare come garanzia a chiunque sia amante della buona musica, black e non, e abbia una mentalità piuttosto aperta. Brendan Wood, vero nome del produttore, concepisce la musica come universale e non ama limitarla a generi e sottogeneri. Questa fortunata apertura mentale gli permette di non escludere niente dalle proprie produzioni, spaziando da campioni di musica tribale a quelli più Funk. Per esempio, in “Beefstreet”, uno dei pezzi migliori, troviamo un didgeridoo, dei canti (africani?) e ottime scelte per quanto riguarda le percussioni. C’è comunque da specificare che in realtà l’intero album è un concentrato di ottime scelte musicali, tra giri di basso, pochi synth, tastiere, molte percussioni e anche un mc. Swamburger fa parte delle scelte azzeccatissime di Beef Wellington, non distoglie l’attenzione dai beat e non ha un Rap troppo tecnico, lo paragonerei a quello degli Outkast, o comunque a qualcosa di leggermente Old School e divertente, potete star sicuri che non è un mc che fa annoiare, basta sentire la sua performance alla James Brown in “Where’s The Beef”! Buone liriche anche in “Feel Fantabulous”, “Threes” (dove Swamburger viene accompagnato da djembè) e in “Better 2 Groove”. Gli altri nomi sono quelli di cantanti tanto validi quanto sconosciuti, dei generi più disparati: da ascoltare i pezzi con Mellissa Mya (“Dedication”, “All I Need”), meritano veramente.

“Feel Fantabulous” è uno di quegli album che non ci si stanca mai di sentire, adatto a qualsiasi situazione e pur senza essere chissà quale masterpiece nello sterminato mondo della musica, è veramente un peccato non averlo. Si può dire che raggruppi gran parte del classico background formativo di ogni beatmaker, quindi se avete un buon orecchio per il Jazz, il Funk e naturalmente per le produzioni Hip Hop più genialoidi, reputerete quest’album come me: unico nel suo non-genere.

Tracklist

Beef Wellington – Feel Fantabulous (Eight Dimension Records 2002)

  1. Feel Fantabulous [Feat. Mellissa Mya, Oddhize, Aahmean, Organic and Swamburger]
  2. Dedication [Feat. Mellissa Mya]
  3. What U Laughin’ At?
  4. Threes [Feat. Alex Sarton and Swamburger]
  5. Slightly Elevated [Feat. Alex Sarton and Swamburger]
  6. Beefstreet
  7. Grain Of Sand [Feat. Dejon]
  8. All I Need [Feat. Mellissa Mya]
  9. Boys & Girls
  10. Better 2 Groove [Feat. Swamburger]
  11. Tacet
  12. Where’s The Beef [Feat. Swamburger]
  13. Everlasting
  14. New God [Feat. Alex Sarton and Swamburger]
  15. From The One 2 [Feat. Alex Sarton, Swamburger, Rome and Timeless]

Beatz

All tracks produced by Beef Wellington

The following two tabs change content below.

Blema

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg
FugeesBluntedOnReality.jpg