7L & Esoteric – 1212

Voto: 4

7les1212500Dopo svariate uscite soliste di stampo sperimentale, che avevano posto punti interrogativi sul futuro del gruppo, 7L & Esoteric hanno scritto la parola fine al quadriennio di silenzio in termini di uscite discografiche a nome collettivo ripresentandosi al loro pubblico colmi di idee innovative, ritrovando una freschezza appartenente ai bei tempi e ben evidente sin dai primi ascolti di questo “1212”. Il disco è introdotto da una registrazione live del leggendario Fab 5 Freddy, che presentando il gruppo ne spiega l’importanza per il mondo Hip-Hop, dando esempio del rispetto guadagnato da questi due ragazzi bianchi di Boston dopo anni di duro lavoro, pilastri come sono di quel movimento che va contro la commercializzazione eccessiva della cultura.

Tale introduzione è direttamente allacciata alla prima traccia, “Retrospects”, dove Esoteric riassume le tappe principali delle carriere del gruppo e dei singoli, il fatto che i due siano in grande spolvero lo si evince dal vigore elargito in episodi come “12th Chamber”, collaborazione con Inspectah Deck che rinverdisce legami già sperimentati in “The Soul Purpose”, qui stesi su una perfetta combinazione di rullanti duri e violini trionfali, la quale dimostra che su un tappeto musicale adeguato Deck spacca come e quando vuole. Proprio le tracce in abbinata costituiscono il piatto forte del menù, con Celph Titled a devastare liricamente in “Run This”, Sadat X a scambiare rime sul basket NBA degli anni ’80, creando interessanti parallelismi (volontari?) con l’eterno confronto tra il Rap old school e quello patinato di oggi in “The Handle”, infine Evidence, che propone il suo slow flow nella vincente “Drawbar 1-2”, accompagnata da un giretto d’organo che cattura l’orecchio da subito.

Eso se la cava molto bene anche da solo, si dimostra migliorato in fase di scrittura su “I Hate Flying”, divertente disamina ricca di particolari della sua paura di volare, così come in “New Rapper”, dove dal raggiunto status di veterano dispensa consigli per le nuove generazioni. La produzione è ottima e lineare, 7L fornisce gran parte del materiale, offre ritornelli campionati e scratch in giusta dose e vive di veri e propri momenti di genialità (“Retrospects”, “12th Chamber”, “I Hate Flying”), Esoteric veste i duplici panni firmando quasi metà della parte restante delle basi e colpendo sovente nel segno (“New Rapper” è decisamente la miglior produzione presente), mentre quando arrivano collaborazioni esterne come in “The Most Rotten”, nella quale fa capolino Statik Selektah, si nota uno stile leggermente diverso che ha il pregio di mantenere una consistenza dura e decisa, elemento che regge la linearità pensata per il disco. Un ritorno in grande stile, che tiene fede alle premesse che avevano anticipato un lavoro volto alle fondamenta della vecchia scuola, intento perseguito senza dubbio alcuno nel migliore dei modi.

Tracklist

7L & Esoteric – 1212 (Fly Casual Records 2010)

  1. Retrospects
  2. Run This [Feat. Celph Titled]
  3. Aneurysm
  4. 12th Chamber [Feat. Inspectah Deck]
  5. The Handle [Feat. Sadat X]
  6. For My Enemies
  7. Drawbar 1-2 [Feat. Evidence and Alchemist]
  8. No Shots
  9. Bare Knuckle Boxing [Feat. Ill Bill, Vinnie Paz and Reef The Lost Cauze]
  10. I Hate Flying
  11. The Most Rotten [Feat. Statik Selektah]
  12. New Rapper

Beatz

  • 7L: 1, 2, 4, 5, 9, 10
  • Esoteric: 3, 6, 12
  • Esoteric and DC The MIDI Alien: 7
  • 7L & Esoteric: 8
  • Statik Selektah: 11
The following two tabs change content below.
Mistadave

Mistadave

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg
FugeesBluntedOnReality.jpg