050 Boyz – Everything 050

Voto: 3/3,5

050BoyzEv050500Le origini dei 050 Boyz vanno ricercate molto indietro nel tempo, all’interno di un ambiente molto particolare. Le loro prime tracce nacquero una decina abbondante d’anni fa, quando Treach, leggendario frontman dei Naughty By Nature, e Fam, membro dei Rottin Razkals, fondarono un movimento chiamato Garden State Greats con l’intento di connettere e promuovere diversi artisti Hip-Hop provenienti dal New Jersey, del quale il numero 050 rappresenta il codice distrettuale. E’ all’interno di questo circuito che Riq Da Kid, Prince AK e Tru Trilla si incontrano e cominciano a collaborare, facendo esperienza con altri gruppi per poi decidere, sotto le direttive di Treach e DoItAll dei mitici Lords Of The Underground, di formare un quintetto che presto si sarebbe ridotto a un trio, raggiungendo quindi l’attuale formazione.

Dopo una lunga gavetta costituita da live, singoli, video e mixtape, è giunto il momento del debutto ufficiale su lunga distanza, quindici pezzi (ventuno nella versione Bandcamp cui fa riferimento la tracklist in basso) che si prefiggono di mantenere saldo il legame col boom bap più tradizionale, cercando nel contempo di fornire esposizione ai numerosi artisti locali, continuando a rispettare gli scopi del movimento sopra citato. “Everything 050” è un disco pervaso dallo spirito di strada, lo s’intuisce senza troppo girarci attorno dalle espressioni di cui si avvalgono i testi, nei quali prevale l’urgenza del darsi da fare in un ambiente non certo differente dal marciume così ben descritto dai Naughty By Nature ai loro tempi, all’interno del quale è d’obbligo mantenere il livello d’attenzione costantemente alto. I tre mc’s apportano differenti qualità al lavoro, fornendo una prova complessivamente solida seppur non priva di qualche piccolo neo. Prince AK è il più carismatico, possiede un tono vocale ben distinto, un flow molto ben comandato e predilige strutture di versi in multilinea, Tru Trilla usa differenti tipi di wordplay e vocalmente è il meno distinguibile del trio, mentre Riq Da Kid possiede una voce molto alta, non sempre piacevole quando termina le barre con ulteriori flessioni che somigliano ad urletti, tecnica cui fa ricorso in più pezzi, ma comunque in possesso di una dizione chiara e un flow molto spedito con cui crea incastri di rime a volte un tantino semplici.

Rimanendo tra le mura amiche, la produzione è interamente affidata a Clinton Place, deejay e beatmaker attivo a Newark e dintorni da più di un ventennio, che ha avuto bagliori di notorietà lavorando con Canibus, Westside Connection e Kurupt, qui firmatario di un sound complessivamente molto pulito, basato sull’uso massiccio del sintetizzatore e di sample occasionali. Quasi tutta la parte musicale è buona, anche se va detto che, date le premesse dell’operazione, ci si sarebbe attesi qualcosa di più ruvido e tipico, un intervento che sarebbe servito a distrarre dai limiti imposti da testi che girano attorno agli stessi argomenti. Ad ogni buon conto, i pezzi che attraggono l’attenzione non sono pochi e l’album risulta nel suo complesso abbastanza coeso. Brani come “Concrete Combat” danno parecchia energia grazie all’ottima verve del beat e alle liriche militari, “Pay Them No Mind” è introdotta da DoItAll in persona e rimane impressa grazie alla vincente sequenza di fiati e gli azzeccati sample vocali, “DNA” possiede uno di quei loop che solo in un primo momento paiono ripetitivi ma in seguito non mollano più la presa, ed è impreziosita dalla chiusura a firma di Fam e Treach.

Se quelli appena citati sono i passaggi più duri, altri si distinguono per il percorrere positivamente strade differenti: “Bang” porta un po’ più a sud come influenze e favorisce le accelerazioni del flow, “Black Glory” punta sulla melodia del coro in sottofondo e la sostanza del tocco di chitarra elettrica che accompagna le strofe, “Out Here For Nothin'” è un inno al concetto di hustlin’ & grindin’ che si sviluppa su un gradevole motivetto d’organo e la scelta di sostituire Riq Da Kid con Prince AK al ritornello è senza dubbio centrata. Non sono pochi neppure i beat che danno quella sensazione di confezionato o che, semplicemente, non dicono nulla, l’atmosfera di pressione che vorrebbe portare la metaforica “9th Inning” si sente solo nelle liriche, “Priest” ha un coro tutt’altro che indimenticabile alla pari dell’apporto di un Lakim Shabazz che pare interessato a timbrare solo il cartellino, “Keep Calm” ed “Hot Damn” sono un tantino ripetitive, “We Gon’ Rock” è addirittura insignificante.

“Everything 050”, dato anche l’altalenante grado di prestazioni fornito dai numerosi ospiti, è un progetto di alti e bassi che risulta comunque interessante da approfondire soprattutto in quei momenti nei quali accelera sul serio e la qualità di conseguenza sale. A parere personale, il tutto sarebbe risultato più efficace con un maggior numero di tracce impostate sulla grinta della già citata “Concrete Combat” e una minor dose di featuring, dato che in questi casi pur di dare visibilità a tutti la scelta a volte ritorna indietro come un boomerang, tuttavia le qualità dei tre componenti del gruppo sono buone e gli spunti interessanti non mancano, creando la giusta curiosità per risentirli all’opera di nuovo in futuro.

Tracklist

050 Boyz – Everything 050 (050 Ent 2015)

  1. Hot Damn
  2. Pay Them No Mind [Feat. DoItAll and Tha Advocate]
  3. Concrete Combat [Feat. Dunn D, Big Stomp, Double O and Fly Kwa]
  4. DNA [Feat. IB The Druid, Famiil and Treach]
  5. Already Knowing [Feat. Young Fresh]
  6. Black Glory [Feat. Trilly Trills]
  7. What Happened
  8. Bang [Feat. B Wells]
  9. We Gon’ Rock [Feat. NJ Walker, Quil and Fly Kwa]
  10. Out Here For Nuthin’
  11. Priest [Feat. Lakim Shabazz, Drift and WiseRap]
  12. 9th Inning
  13. Get Back
  14. Let’s Talk About It
  15. Keep Calm
  16. 050 Skit [Feat. Saladin Newark]
  17. Fuck Em Up [Feat. Treach, DoItAll, Famiil, Rahman Apollo, Double O and Fonto Leaf]
  18. On Our Way Out [Feat. NJ Threat and Middy Murdock]
  19. Read A Book
  20. Show Starter [Feat. Drift and Lakim Shabazz]
  21. You’re Mine [Feat. Steeve Sam]

Beatz

All tracks produced by Clinton Place

The following two tabs change content below.
Mistadave

Mistadave

Related posts

oceanwisdomchaos93.jpg
LushlifeCSLSXRitualize.jpg
FugeesBluntedOnReality.jpg